Ladri sordomuti non sentono la polizia: arrestati…

Loading...

Due giovani avrebbero tentato di rubare una Vespa parcheggiata all’interno di un posteggio condominiale di via Gioacchino Di Marzo. Poi l’arrivo degli agenti e l'”alt” ripetuto più volte senza esito. Sono entrati all’interno di un parcheggio condominiale di via Gioacchino Di Marzo, a due passi da via Libertà, per rubare una Vespa ma senza accorgersi che i poliziotti li avevano visti. Così è scattato l'”alt”, ripetuto più volte ad alta voce (senza esito). Loro però – senza curarsi più di tanto del pressing degli agenti – hanno continuato ad armeggiare sulla Vespa. Il “problema” dei due ladri finiti in manette – infatti – è che, essendo sordomuti, non si erano accorti di quello che stava succedendo attorno a loro mentre stavano rubando la Vespa. A raccontare le fasi della vicenda è stato il Giornale di Sicilia.Francesco Foglietta, 26 anni, e Giuseppe Megna, 21, sono stati così arrestati – nel modo più facile possibile – per tentato furto. Ma l’udienza di convalida degli arresti è risultata assai complicata, proprio perché – come si legge sul Giornale di Sicilia – serviva un interprete che conoscesse la lingua dei segni. A segnalare quello che stava accadendo è stato un residente della zona, che ha attivato l’intervento della polizia. Alla fine il giudice ha convalidato gli arresti, disponendo per i due i domiciliari.

FONTE: http://www.palermotoday.it/cronaca/furto-via-gioacchino-di-marzo-sordomuti-arrestati.html
Loading...

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.